Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/hitedfrq/public_html/wp-content/themes/mag/framework-customizations/theme/options/eitoptions/font-settings.php on line 18

Alzare il gomito alza i costi dell’economia Statunitense.

usa alcool

Il cattivo comportamento del singolo si ripercuote sulla economia di un intero paese.Sono in troppi coloro che fanno uso di alcolici e super alcolici, fin dall’adolescenza.

Secondo uno studio del Centro per la prevenzione ed il controllo delle malattie statunitensi, gli americani che hanno fatto abuso di alcolici sono costati all’economia 249 miliardi di dollari, di cui il 40 % sono soldi pubblici.
Il cattivo comportamento , incide sulla resa lavorativa: ritardi, scarsa produttività, incidenti e costi per la sanità . Inoltre gran parte dello stipendio viene speso nei pub e nelle discoteche.

La guida in stato di ebrezza causa gravi incidenti automobilistici
, infatti una morte su dieci negli Stati Uniti è legata all’abuso di alcol.
Ma non sono soltanto gli uomini che abusano di alcool, superando i 4 drink al giorno, o le donne con oltre i tre giornalieri, anche i giovani al di sotto dei 21 anni hanno questa cattiva abitudine e, purtroppo, anche le donne in gravidanza, mettendo a rischio la salute dei loro piccoli che possono nascere prematuramente e con gravi danni neurologici.

Anche i minori, con le loro fragilità tendono a fare uso di alcool rischiando per la loro salute
, poiché l’etanolo non puo’ essere scomposto in sostanze tollerabili dal loro corpo e quindi l’alto tasso di alcool viene assorbito direttamente dal sangue, causando danni che si protraggono nel futuro.
Per tutto questo eccesso di alcool consumato, l’economia americana è messa a dura prova e deve sostenere un costo di 2,05 dollari per ogni bicchiere di troppo; quando si supera il limite consentito si parla di binge drinking.

Il calo economico del paese è determinato dalle conseguenze che l’abuso di alcool determina.

Minori capacità produttive dei dipendenti. Negli Stati Uniti, questo grave problema si ripercuote sulla produttività, infatti il 71,9% dei costi deriva dai ritardi, dalle assenze dal lavoro e dalla scarsa produttività, senza parlare degli incidenti durante l’attività lavorativa, causati dalla scarsa concentrazione e stanchezza.
Cattiva salute. L’ 11,4% dei costi totali sono quelli sanitari, richiesti per sostenere le spese di interventi per incidenti, malori e per la cura di malattie sorte a causa di abuso di alcool.

Incidenti stradali, crimini come delitti sessuali, lesioni personali e omicidi e danni causati da incendi e conseguenze in gravidanza rappresentano il 16,7% dei costi totali.
Sono gli adulti i responsabili principali dell’abuso di alcool ed incidono sui costi per il 76%, contro il 9,7% degli under 21, mentre le donne in maternità soltanto il 2,2%.

A ribadire la pericolosità dell’abuso di alcool e della ‘binge drinking’, l’abitudine sempre più diffusa tra i giovani a ingerire grandi quantità di alcool in una volta sola, è stato uno studio americano comparso sulla rivista dell’Accademia Americana delle Scienze ‘PNAS’: provocherebbe degenerazione e danni irreversibili sul cervello adolescente di giovani scimmie, soprattutto a livello dell’area della memoria e dell’orientamento spaziale, l’ippocampo.
L’abuso di alcool è diventata la terza causa di morte nel Paese.

Argomenti:

Commenti